Che cosa è il Wing Tsun

Il WingTsun è un’arte marziale logica, un sistema di apprendimento basato su principi e non su tecniche. Con questo metodo didattico si impara a muovere in maniera armoniosa e funzionale il proprio corpo. Lo scopo è il costante miglioramento, tenendo come punto di riferimento le 7 grandi abilità:

 

1. Attenzione

2. Propriocezione

3. Equilibrio

4. Mobilità

5. Timing

6. Unità del corpo

7. Spirito combattivo

 

Queste vengono espresse in ogni momento della vita di tutti i giorni. Dai gesti quotidiani più banali alle situazioni di pericolo.

 

Oltre alle sette abilità il WingTsun insegna ad agire secondo principi basilari, che coinvolgono non solo la sfera fisica dell’individuo, ma soprattutto quella mentale e emotiva. Questo metodo renderà così la persona più consapevole, riguardo a se stesso e agli altri. In caso di necessità la risposta sarà immediata ed efficace. L’autodifesa sarà intuitiva e si adatterà alla situazione specifica.

Ricodifica degli automatismi

Il nostro corpo e la nostra mente imparano continuamente e si adattano molto velocemente. I gesti e le azioni complesse che vengono eseguiti in modo automatico richiedono sempre meno attenzione. Il metodo di apprendimento alla base del WingTsun tiene conto di questo.

Facciamo un esempio banale per capire di cosa stiamo parlando: cosa succede quando impariamo a guidare l’auto? Inizialmente è molto complesso gestire tutti i fattori da tenere a mente, la coordinazione

dei quattro arti e l’attenzione a tutto ciò che ci circonda. Presto però ci adattiamo e in poche ore ciò che inizialmente risultava complesso diventa un automatismo funzionale. Non dobbiamo più pensare mentre

cambiamo marcia, lo facciamo e basta.

Allo stesso modo possiamo automatizzare risposte e azioni quotidiane che ci permettono di utilizzare sempre meglio il nostro corpo e la nostra mente in maniera funzionale. La nostra postura, il modo in cui solleviamo un peso, come ci rapportiamo con le persone. Insomma il modo in cui utilizziamo il nostro corpo e la nostra mente nella vita di tutti i giorni.

Allenarsi nel Wing Tsun

Il sistema WingTsun e il suo allenamento è estremamente poliedrico.​

Dalla complessa geometria delle forme traiamo un raffinato controllo delle nostre strutture. Con l'allenamento a vuoto sviluppiamo mobilità, equilibrio e unità del corpo. Con l'allenamento a coppie acquisiamo senso della distanza e timing. Aumentando l'intensità degli esercizi impariamo a gestire sempre maggiori input e situazioni complesse. L'allenamento ai colpitori ci permette di sviluppare esplosività controllata e resistenza fisica. E questo è solo l’inizio...

L’ambiente di allenamento è basato su un sistema tradizionale a casta familiare. Ciò significa che in palestra siamo tutti fratelli, ci si aiuta a vicenda e si cresce collaborando. Non c’è competizione ma solo crescita e miglioramento.

Le 7 grandi abilità

Attenzione

Sviluppare l’attenzione vuol dire ampliare l’interesse per il contesto in cui ti trovi. Affinando la tua attenzione e rendendola parte integrante del tuo essere, oltre a diminuire i tempi di reazione, ti permetterà di riconoscere una situazione potenzialmente problematica prima che sia troppo tardi. L’attenzione ti permette di essere più vigile e presente. Senza ovviamente però sfociare nella paranoia. 

 

Propriocezione

Detta anche cinestesia, è la capacità di riconoscere e percepire il proprio corpo nello spazio senza il supporto della vista. Più è sviluppata e più la percezione del corpo diventa profonda arrivando persino a sentire la contrazione dei muscoli. Essendo regolata da un’area specifica del cervello viene considerata anche come il sesto senso. E’ fondamentale per conoscersi a fondo, eseguire movimenti precisi ma soprattutto per accorgersi quando stiamo facendo un movimento che potrebbe essere dannoso per la nostra salute.

 

Equilibrio

Questa abilità ha un’accezione sia esterna che interna. L’equilibrio in senso esterno è la capacità di percepire e adattare il movimento del corpo rispetto alla forza di gravità e altre forze esterne. Mentre quando parliamo di equilibrio interno ci riferiamo ad uno stato mentale di benessere che deriva dal liberare la mente da tendenze negative,  creando dei focus di automiglioramento. Un percorso verso la soddisfazione personale e la pace interiore che ci permette di sviluppare a pieno il nostro potenziale. 

Mobilità

L’equilibrio, che sia fisico o mentale, non è statico, ma in continuo divenire. Per questo motivo attraverso la mobilità impariamo a mantenerci sempre in movimento funzionale per poterci continuamente riadattare e riequilibrare in base alle situazioni.

Timing

E’ la capacità di fare la cosa giusta al momento giusto. Cogliere il timing appropriato è fondamentale per avere una posizione di vantaggio in una situazione di pericolo. E’ strettamente legata all’ambito più combattivo dell’autodifesa. 

 

Unità del corpo

Tutte le abilità elencate fino ad ora sarebbero nulla se non fossimo in grado di utilizzarle sinergicamente. L’unità del corpo è la coordinazione, la capacità di muoversi con geometria e armonia affinché i nostri movimenti possano essere precisi ed efficaci.

 

Spirito combattivo

Detto anche in maniera informale l’occhio della tigre. La capacità di tirare fuori l’energia giusta al momento esatto per affrontare le situazioni difficili. Che tu ti stia difendendo, stia sostenendo un esame o una pesantissima giornata in ufficio ti servirà spirito combattivo per uscirne tutto intero.

Storia del Wing Tsun

La leggenda del Wing Chun Kuen o Pugilato dell’eterna primavera nasce attorno al XVII secolo durante la dinastia Qing. Si narra che, in un clima di rivoluzioni e repressioni culturali, il tempio buddista di Shaolin, rifugio di molti ribelli, fu raso al suolo. Riuscirono a fuggire cinque grandi maestri, detti i cinque antenati, tra cui la monaca Ng Mui, madre del Wing Chun. 

 

Ormai non più giovane Ng Mui necessitava di un nuovo sistema di combattimento, più in armonia con le sue caratteristiche fisiche. Urgeva l’adattamento a un metodo più morbido e diretto, economico, efficace nei movimenti, che fosse micidiale contro il Kung Fu di uomini più giovani e forti di lei. Si dice che Ng Mui ebbe l’ispirazione guardando uno scontro tra una gru ed un serpente. Sviluppò così un sistema logico capace di esprimerne al meglio i principi tramite la consapevolezza dell’anatomia del corpo umano e della filosofia taoista-buddhista.

 

Creato quindi da una donna in età avanzata, con lo scopo della sopravvivenza, non necessita di particolari doti fisiche. Più importante è l’attitudine mentale. Il giusto approccio alla situazione e la cognizione di causa di ogni nostro gesto, diventano fondamentali per sviluppare un atteggiamento sicuro e uno spirito forte e umile. Praticare il WingTsun significa miglioramento. Non solo nella sicurezza di sé ma anche nell’utilizzo di sé.

Via Mangagnina 3, Ravenna, CP 48121    E-mail: ZenCircleRavenna@gmail.com    Tel: 3470106079

​© 2019 by A.S.D. WTRavenna. EWTO Italia

  • Twitter
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icona